11 Settembre: verità o bugie?


Voto degli utenti: 1 di 5
  • Voto degli utenti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

11 Settembre: verità o bugie?

9788897526049

Aree tematiche: Altre pubblicazioni

Autori: Wiki Brigades

Editore: La Case

Anno di pubblicazione: 2011

Contatta la nostra rete vendita per l'acquisto di questo abbonamento

Quando ripensiamo ai fatti significativi della nostra vita tutti noi ormai siamo abituati a ragionare in termini di “prima” o “dopo” l'11 settembre 2001. È un dato di fatto oggettivo: quel giorno ha diviso la storia del mondo in un “prima” ed in un “dopo”. Ormai quando si usa l'espressione “undici settembre” non serve più nemmeno specificare di che anno si tratti: è chiaro per tutti che ci si riferisce all'11 settembre 2001.A dieci anni da quei tragici attentati un collettivo internazionale di autori ha ricostruito nei dettagli quella giornata drammatica, analizzando i lati oscuri che hanno preceduto e seguito quella vicenda e, soprattutto, confrontandosi con le più note teorie cospirazioniste nate nel corso degli anni. Quest'opera dunque presenta un quadro semplice ma allo stesso tempo il più completo possibile di un evento molto complesso e articolato come quello degli attentati terroristici dell'11 settembre 2001, il giorno che ha cambiato per sempre le vite di tutti noi.Il libro contiene anche un'intervista esclusiva a Paolo Attivissimo, blogger e giornalista informatico, uno dei maggiori esperti mondiali nel campo delle indagini di smentita delle ipotesi di complotto riguardanti gli attentati dell'11 settembre 2001.

Feb
22
2013

Misero libercolo di propaganda filogovernativa

Chi - come me- si lasciasse ingannare dal titolo, credendo quindi di trovare un testo lucido riguardo le "verità" (?) della versione governativa dei fatti dell'11/9/2001, rimarrà con un palmo di naso. E' quello che maggiormente rimprovero a questo breve scritto:l'essere truffaldino nel titolo e nelle premesse nell'attirare lettori con il miraggio di una voce libera e amante della verità. Ci troviamo di fronte a una sottile ( ma grottesca) propaganda filogovernativa. Basti pensare che l'autore indica come uniche " zone grigie" della versione ufficiale degli avvenimenti, il fatto che 2 dei (presunti) dirottatori si siano recati a Portland la notte prima dell'attentato (per incontrare "chi"? è il grande dubbio dell'autore), e infine che abbiano perso una valigia all'aeroporto di Boston contenente un Corano, manuali di volo e un testamento in arabo. L'autore mette nel ridicolo poi le decine di migliaia di persone che non vogliono e non possono credere a una versione dei fatti (quella ufficiale) ormai dimostrata per buona parte falsa, dicendo testualmente che " tutte le teorie alternative si basano su ignoranza e nessuna prova scientifica, al contrario della versione delle commissioni del governo". Riporta sempre le risposte governative ai tanti quesiti che negli anni sono stati posti da gente che chiede solo la verità. Liquida un argomento immenso con 100 pagine delle quali almeno 20 dedicate a banalissime premesse tipo " non siamo più gli stessi dopo l'11 settembre" o " si sono sentite molte versioni alternative, tutte prive di fondamento". Diciamo che per alcuni, come gli ex componenti il governo Bush, il libercolo è da 5 stelle piene, un capolavoro di ambiguità e nascosta propaganda celata sotto una pretesa voglia di chiarire le cose. Libricino da evitare se amate la verità, o anche LE verità, ma da comprare se volete avere un esempio di malriuscita e malcelata propaganda di un preteso giornalista che si chiude le orecchie e gli occhi pur di ingraziarsi qualche potente. Chiudo con la definizione che nel libro si dà a chi denuncia la versione ufficiale come inaccettabile: antiamericano. Forse l'autore pensa che sia antiamericano pensare che il popolo degli USA ( e ancor più i parenti delle vittime - quelle vere, non quelle inventate) meritino risposte, verità e non essere trattati da "sudditi" idioti.

Se vuoi inserire un commento devi effetttuare l'accesso