Storia del cinema d'animazione


Nessun voto inserito per questo testo
  • Voto degli utenti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prova

Storia del cinema d'animazione

9788877507211

Editore: UTET Università

Puoi leggere online con i seguenti abbonamentiz
Collana di Cinema - Utet Università 39.00€ Acquista
Contatta la nostra rete vendita per l'acquisto di questo abbonamento

Gianni Rondolino ripercorre in questo libro l’intera affascinante storia del cinema d’animazione (dalla sua nascita con le lanterne magiche fino alle spettacolari produzioni di oggi), sfatando luoghi comuni (i cartoni animati non sono destinati esclusivamente a un pubblico infantile) o equivoci (il cinema d’animazione non è un genere come il western o il noir) e facendoci conoscere autori come Bruno Bozzetto, Tex Avery o Karel Zeman per ricordare che non esistono solo Topolino e Walt Disney. «Il cinema d’animazione – scrive Gianni Rondolino nell’introduzione – è il risultato di un’operazione tecnica che prescinde sia dalla riproduzione meccanica della realtà fenomenica sia, in certi casi estremi, dallo stesso uso della macchina da presa», ciononostante, sempre secondo Rondolino, il cinema d’animazione è cinema tout court. Esso, infatti, si differenzia dal cinema dal vero solo per quanto riguarda la tecnica, poiché ottiene il movimento con la proiezione di una serie di immagini statiche realizzate isolatamente e non attraverso la riproduzione di un movimento già esistente in fase di ripresa. Una storia del cinema d’animazione completa e dettagliata, un itinerario avvincente in un mondo magico, in cui il rigore scientifico e l’analisi critica nulla tolgono al piacere della lettura.

Se vuoi inserire un commento devi effetttuare l'accesso